Posare il parquet orizzontale o verticale? | Woodco
54679
consigli_page-template-default,single,single-consigli_page,postid-54679,theme-bodega,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.5,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Consigli sul ParquetTrova Rivenditore

Posare il parquet orizzontale o verticale

POSARE IL PARQUET ORIZZONTALE O VERTICALE?

Posare il parquet orizzontale o verticale è una scelta fondamentale, che si unisce a quelle già presentate in alcuni dei nostri precedenti articoli, dove ti abbiamo parlato di alcuni fattori dei quali dovrai tenere conto nell’abbinare il pavimento in legno ai mobili, alle pareti o al battiscopa di casa.

Abbiamo visto insieme che la scelta dell’una o l’altra varietà di parquet dipende sia dalle caratteristiche dell’ambiente in cui vuoi abitare; sia dal tono e dal tocco di personalità che tu stesso vuoi donargli. Qui, vedremo come le motivazioni che spingono a preferire il verso di posa verticale a quello orizzontale discendano, in fondo, da considerazioni, idee ed esigenze non troppo dissimili.

Posa del parquet in orizzontale: ideale per spazi ampi e regolari

Se la tua casa o lo spazio da pavimentare è ampio e caratterizzato da una pianta regolare, allora la posa orizzontale, cioè con le tavole che corrono perpendicolarmente alle pareti, è senz’altro consigliabile per più di una ragione. Perché contribuisce a esaltare ulteriormente la spaziosità delle stanze e a conferire loro un tocco di eleganza in più. Una posa di questo tipo, non a caso è ritenuta adatta per sale di rappresentanza o – persino – da ballo. Pose orizzontali molto frequenti sono la posa a correre o posa a cassero, regolare o irregolare. Parliamo di posa a cassero irregolare quando le tavole di legno sono parallele le une alle altre, ma le loro giunzioni di testa sono sfalsate. Parliamo di posa a cassero regolare, invece, quando le teste sono posizionate all’esatta metà di quelle a loro vicine.

 Come Posare il parquet orizzontale o verticale

Con la posa verticale gli ambienti più stretti acquistano respiro

Quando ci si trova di fronte ad ambienti più piccoli, magari con pianta irregolare, la posa verticale del può essere l’opzione più efficace. Le tavole del parquet corrono qui parallelamente alle pareti dando all’insieme un senso di ariosità, ampiezza, respiro, e al tempo stesso di ordine. Là dove l’irregolarità della pianta è particolarmente marcata, l’indicazione è di puntare su una posa inclinata di 45-60 gradi rispetto alle porte e alle pareti, così da smussare le più evidenti asimmetrie. Tinte marcate e dalla presenza forte come le essenze in teak, iroko, noce o ancora il nostro Rovere Notte, vanno spesso a braccetto con la posa verticale, cui sono associati poi, per via del loro importante impatto scenico, stili e disegni a spina di pesce o spina ungherese.

posa del parquet orizzontale o veritcale

La luce: vera amica del parquet sia con posa orizzontale, sia con posa verticale

Fra i dettagli dei quali tenere conto al momento di scegliere e posare un pavimento in legno, di particolare importanza è poi l’illuminazione. Idealmente le tavole del parquet devono essere sempre posizionate in direzione della luce naturale che entra nelle stanze, in modo da dare il giusto risalto alle venature del legno e alle finiture, mascherando allo stesso tempo le giunzioni e le irregolarità.
Un ultimo consiglio finale che puoi seguire sempre orientando le tavole in direzione della luce: utilizza la continuità di posa nella direzione di un balcone o un terrazzo, riuscirai a dare agli ambienti un’impressione di maggiore ampiezza e a renderli ancor più accoglienti.