Parquet e piastrelle? Consigli, idee e fantasia! | Woodco
55615
consigli_page-template-default,single,single-consigli_page,postid-55615,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.5,smooth_scroll,no_animation_on_touch,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive

Consigli sul ParquetTrova Rivenditore

abbinare piastrelle e parquet idee_woodco

Parquet e piastrelle? Consigli, idee e fantasia!

L’accostamento tra parquet e piastrelle è un trend che da alcuni anni è comparso sulle riviste di architettura e design e crea, oltre che combinazioni estetiche interessanti, anche diversi vantaggi funzionali per chi teme di posare il parquet in determinati spazi della casa.
Abbiamo già parlato di come, nonostante timori e pregiudizi, i pavimenti in legno possono tranquillamente trovare il loro spazio in ambienti considerati più delicati, a rischio di umidità e sbalzi termici, come bagno e cucina. Ed è soprattutto in questi luoghi che nascono nuove e inusuali combinazioni di stili e colori.

Scopri quali sono tutti gli stili di posa puoi leggere il nostro articolo dedicato

L’abbinamento ideale fra le piastrelle e il parquet

Tendenzialmente, l’indicazione comune è quella di preferire la posa di un pavimento che sia coerente e uniforme, per materiali e varianti cromatiche, sia all’arredamento che ai materiali giù utilizzati nell’ambiente.
Se però sei una persona che ama sbizzarrirsi combinando forme e colori diversi, oppure cerchi dei materiali resistenti per determinate zone, o ancora vorresti creare delle suddivisioni ottiche tra ambienti contigui, allora il contrasto fra parquet e piastrelle contribuisce a decorare in modo originale e a essere funzionale al tempo stesso.
Effetti visivi affascinanti si possono ottenere facendo correre le tavole del parquet in orizzontale o in verticale rispetto all’orientamento delle piastrelle; oppure ancora creando disegni irregolari a mosaico o a incastro, e giochi di colore fra tinte chiare e tinte più scure. Scegliere delle piastrelle esagonali e accostarle a tavole rettangolari può contribuire a dare un tocco in più di elegante stravaganza a bagno e cucina, mentre scegliere di utilizzare delle cementine colorate, circondate da un legno neutro darà personalità e respiro a un open space dalle dimensioni importanti o a un lungo corridoio.

Sotto la vasca, il parquet: legno e piastrelle in bagno, cucina, open space

In bagno e in cucina, così come negli ingressi permane la preoccupazione che il frequente calpestio, sassi, schizzi ed eventuali macchie di sporco, possano avere sul parquet un effetto rovinante.
Se non te la senti di utilizzare ovunque un pavimento in legno, il nostro consiglio è quello d posare nell’angolo cottura e nelle parti adiacenti a lavandini, vasche e box doccia della ceramica, del marmo o gres, contornandoli poi con tavole dalle essenze resistenti ed eleganti quali teak o rovere, tutte presenti nelle nostre collezioni Signature, Dream e Slim.
Puoi applicare però una soluzione analoga anche ai tipici open space o ambienti living: il tavolo e le sedie possono qui poggiare su piastrelle o marmo e godere così di ulteriore risalto rispetto al resto della pavimentazione in legno.

La soluzione è originale e d’effetto, così come lo è l’idea di utilizzare determinate piastrelle, come ad esempio le cementine per creare continuità tra il rivestimento dell’isola della cucina e la zona appena adiacente.

Scopri 10 idee per abbinare parquet e piastrelle nella nostra gallery:

 

[robo-gallery id=”55939″]