Parquet flottante: i vantaggi | Woodco
53679
consigli_page-template-default,single,single-consigli_page,postid-53679,theme-bodega,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.5,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Consigli sul ParquetTrova Rivenditore

WOODCO_VANTAGGI POSA FLOTTANTE PARQUET

Parquet flottante: vantaggi

La posa flottante del parquet è considerata spesso troppo costosa e impegnativa e incompatibile con i sistemi di riscaldamento a pavimento; ed è opinione diffusa che il parquet flottante produca calpestio e non garantisca un’adeguata silenziosità. Per questo in Italia il 70% circa delle installazioni è fatta con parquet a posa incollata.
Noi di Woodco vogliamo mostrarti che quelli elencati qui sopra non sono altro che pregiudizi e che la posa flottante può rivelarsi per molti versi più vantaggiosa di quella incollata.

Addio al calpestio con la posa flottante

Cominciamo con la (presunta) maggior silenziosità del pavimento in legno incollato. In realtà, scegliendo un materassino idoneo e di qualità – un sottofondo che riduca il rumore da calpestio e il riverbero da camminamento – il parquet flottante (o galleggiante) è silenzioso almeno quanto quello incollato. E in particolare, il parquet multistrato ha una capacità di assorbimento dei suoni che è largamente superiore a quella del laminato con supporto in HDF, che resta invece molto diffuso.

Parquet flottante o posa incollata

Parquet flottante e riscaldamento a pavimento

Nelle nazioni del Nord Europa l’installazione di sistemi di riscaldamento a pavimento è una soluzione molto popolare e si è radicata nel corso dei decenni. Allo stesso tempo è consolidato anche l’uso del parquet flottante, soprattutto con agganci a secco. Al contrario, in Italia molti continuano a pensare che la posa flottante favorisca la dispersione del calore creando una specie di camera d’aria fra il massetto e le tavole. Non è così: anche questo è un falso mito. Ancora una volta il segreto è il materassino. I modelli pensati per la posa su massetto termo-riscaldato permettono una ottimale trasmissione del calore.

La protezione dall’umidità del pavimento in legno

Sebbene il legno sia, come è noto, un isolante naturale, noi di Woodco sappiamo che le tavole di spessore inferiore ai 16 millimetri garantiscono una efficace circolazione del calore, che non risulta ostacolata neppure dall’uso del nylon come barriera-vapore.
Anzi, a questo proposito ti ricordiamo che solo la posa flottante permette di proteggere il pavimento in legno dal pericolo di un’infiltrazione d’umidità dal massetto, proprio per via della possibilità di inserire la barriera-vapore in nylon. Ricorda, infatti che l’umidità del massetto non deve superare il 2% CM.

Parquet posa flottante con materassino

Quando flottante fa rima con conveniente

Abbiamo visto che l’inserimento di un materassino ha un ruolo decisivo per la trasmissione del calore e per ridurre il rumore del parquet flottante. L’obiezione che potrai fare è che esso incida però sulla spesa complessiva di posa rendendo preferibile quella incollata, senza materassino, a quella flottante. Devi però pensare che la colla stessa e la manodopera che essa richiede rappresentano altrettante voci di costo e che se, pur non essendo un posatore esperto, scegli una installazione fai-da-te, con la posa galleggiante il risparmio è garantito. Il mancato utilizzo di collanti, oltre a velocizzare il tuo lavoro di posa, fa sì che non si corrano rischi connessi alla loro potenziale nocività, per quanto attualmente molto limitati.

Giunto di dilatazione: sì o no?

L’uso dei giunti di dilatazione è previsto dalla normativa per evitare i normali movimenti cui il parquet è soggetto per via delle variazioni della temperatura o dell’umidità, e in particolare quando le tavole del parquet flottante sono, rispettivamente, più lunghe e più larghe di 12 e di 8 metri. Certo, i giunti possono apparire antiestetici, ma una posa a regola d’arte, a distanze di 8-10 millimetri dai muri perimetrali, in presenza di un efficiente aggancio a secco, riduce di molto la necessità di utilizzare i giunti, i cui costi rappresentano comunque una voce di spesa trascurabile.

Quale parquet per la posa flottante?

Per poter effettuare la posa flottante il pavimento deve avere una struttura che ti consente di posizionare il parquet e posarlo senza uso di colle.

Tra le nostre collezioni, le migliori che vogliamo consigliarti per la posa flottante sono:

Dream – nei formati Tavola_3 e Tavola Must
Signature – nel formato Tavola
Ground
Impression

In questo articolo abbiamo voluto sfatare alcuni pregiudizi sul parquet a posa flottante. Ora la decisione spetta a te. Meglio il parquet a posa flottante o incollata? Scarica la brochure
i vantaggi della posa flottante

La nostra guida sulla posa flottante