Il legno esotico: parquet in Doussié, Iroko e Teak | Woodco
56216
consigli_page-template-default,single,single-consigli_page,postid-56216,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.5,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive

Consigli sul ParquetTrova Rivenditore

Woodco_legno esotico parquet

Il legno esotico: parquet in Doussié, Iroko, Teak e tutto il loro fascino

Proseguendo la panoramica sulle varietà e gli stili di posa del parquet, oggi ti parleremo del legno esotico e più precisamente di tre essenze che spiccano per resistenza e durevolezza nel tempo: Doussié, Iroko e Teak.
Comuni a tutte sono l’adattabilità agli ambienti esterni – Teak e Iroko sono materiali comunemente utilizzati, ad esempio, nell’industria nautica e il Doussié nei velodromi – e naturalmente la loro chiara provenienza esotica.

Dalla pianta al parquet Doussié

Doussié è la denominazione commerciale di alcune specie vegetali del genere Afzelia originarie dell’Africa.
Si trovano in Congo, Sierra Leone, Ghana, Costa d’Avorio, Mozambico, e le loro tonalità naturali vanno dal giallo chiaro, al rossastro e al bruno. L’esposizione ai raggi solari e il processo di ossidazione che ne deriva fanno sì che l’essenza Doussié tenda a scurirsi col tempo.

Questo parquet in legno esotico è ritenuto una scelta ottimale perché caratterizzato da una elevata stabilità, è poco soggetto alle deformazioni, e resistenza, una proprietà, quest’ultima, che lo rende indicato per le superfici dove il calpestio è più intenso e frequente.
Il legno Doussié è elegante e versatile e si sposa alla perfezione sia con gli arredi e gli ambienti dallo stile più classico, sia con quelli dal gusto più moderno. Inoltre è compatibile, in fase di posa, con i disegni geometrici che preferisci, incluse la spina francese, ungherese o italiana che ti abbiamo descritto in uno dei nostri articoli.

Scopri tutte le caratteristiche delle pose a spina italiana, spina francese e spina ungherese.

 

Parquet Iroko: perfetto per ambienti umidi

Anche il legno di Iroko arriva dall’Africa, in particolare dalla fascia equatoriale, e il suo colore nativo va dal verde al giallo bruno. Si distingue per la durezza, la buona tolleranza alle escursioni termiche e la bassa percentuale di ritiro.
Poiché le sue tavole non temono il contatto con l’acqua, come detto, sono spesso presenti negli arredi navali, l’Iroko si presta ottimamente alla posa in esterno, nei bagni o nelle cucine. Anzi, a questo proposito ti abbiamo mostrato che quest’essenza, analogamente al Doussié e al Teak, può abbinarsi ottimamente e con un’affascinante resa visiva a marmo e piastrelle. Come il Doussié, resiste senza problemi al calpestio e può essere installato anche in presenza di riscaldamenti a pavimento.

 

Legno Teak, un parquet dal cuore tenero

Come con l’Iroko, il Teak è a sua volta ampiamente apprezzato in ambito nautico, ma a differenza del primo il suo territorio di nascita è l’Asia Meridionale, India, Vietnam, Thailandia e soprattutto Myanmar. Anche le tavole in Teak per pavimenti in legno sono longeve e a basso tasso di ritiro, stabili e resistenti all’umidità, alla salsedine, all’attacco di funghi, insetti o altri agenti esterni indesiderati. Rispetto alle essenze descritte il Teak è leggermente più delicato: ovvero, può segnarsi o graffiarsi più facilmente per via del calpestio oppure delle scorribande degli animali domestici.

Puoi approfondire l’argomento su come proteggere il parquet da gatti, cani e altri animali domestici nel nostro articolo dedicato.

Doussié, Iroko, Teak: prendersi cura dei legni esotici

La manutenzione dei pavimenti in legno esotico, come per tutti i parquet, non deve essere trascurata. Il nostro consiglio, per il Teak, ma non solo, è quello di usare della semplice acqua per le pulizie del quotidiano; e prodotti più specifici per la manutenzione ordinaria e straordinaria. Per il Teak, che puoi trovare all’interno delle nostre collezioni Dream e Slim, ti suggeriamo tre soluzioni mirate: il detergente battericida Neutral Cleaner, per una miglior pulizia; la cera all’acqua di mantenimento Refresh Care; la dispersione di cere idrorepellenti Wax Care per la manutenzione straordinaria.
Infine, se ami la continuità visiva nell’arredamento puoi scegliere le essenze esotiche anche nei battiscopa.
Il Teak è all’interno delle nostre proposte; lo puoi trovare nelle famiglie Design e Becco di Civetta, disponibili in un’ampia varietà di formati